SANITA’, ADI CARBONIA, ACCORDO SIGLATO TRA REGIONE, ASL E PRIMARI

E’ stato firmato stamane, nella sede dell’assessorato della Sanità, l’accordo tra Regione, Asl di Carbonia, primari delle rianimazioni e medici, sull’assistenza domiciliare a pazienti ventilati facenti parte dell’associazione “Le Rondini”. L’accordo prevede che giovedì 14 aprile inizi l’assistenza domiciliare da parte di medici e infermieri della rianimazione di Carbonia, che hanno dato adesione volontaria, nell’ambito di un progetto sperimentale che avrà una iniziale durata di quattro mesi: dopo tre mesi si farà il punto con famiglie, Asl e personale medico e infermieristico. In queste ore verrà formalizzato il recepimento formale dell’adesione di medici e infermieri. La rendicontazione dell’attività avverrà mensilmente e la trasmissione alla Asl verrà effettuata dal primario della Rianimazione di Carbonia. L’attività domiciliare da parte dei medici che aderiscono al progetto dovrà tener conto della normativa sugli orari di lavoro, nell’interesse degli operatori stessi e dei pazienti. L’accordo è stato siglato da Gianni Salis, Capo di Gabinetto dell’Assessore della Sanità, Silvio Maggetti, direttore sanitario della Asl di Carbonia, Tiziana Serci, primario della Rianimazione di Carbonia e potrà essere esteso con le stesse modalità al distretto di Iglesias.

Ti potrebbe piacere anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Fondazione di Sardegna