Emergency e asl Sassari firmano un protocollo di intesa per assistenza sanitaria rivolta a migranti

La presidente di Emergency Cecilia Strada e il commissario straordinario dell’Asl di Sassari Agostino Sussarellu sigleranno nei prossimi giorni un protocollo per un progetto di assistenza socio-sanitaria a titolo gratuito rivolta a migranti e a persone in stato di bisogno, con sede nell’ambulatorio di medicina di base gestito nel capoluogo turritano dall’associazione non governativa fondata da Gino Strada. Il protocollo, fortemente voluto dal Presidente della Regione Francesco Pigliaru e dall’assessore regionale della Sanità Luigi Arru, riveste un particolare significato in relazione ai nuovi flussi migratori nell’Isola.

La partnership tra la Regione e l’associazione non governativa nasce dalla presenza nella provincia di Sassari di stranieri in condizioni di precarietà igienico-ambientale e dalla necessità di assistere nel territorio una significativa concentrazione di migranti (provenienti principalmente da Romania, Marocco, Cina e Senegal), impegnati nel settore dei servizi, anche alla persona, del commercio ambulante, dell’agricoltura e dell’edilizia. Una parte di loro non riesce, purtroppo, a essere correttamente informata dei servizi messi a disposizione dal Servizio Sanitario Nazionale o, pur essendone informata, non riesce ad accedervi. Gli obiettivi della collaborazione finalizzata all’integrazione dei servizi tra Emergency e l’azienda sanitaria puntano a garantire un servizio di orientamento e assistenza socio-sanitaria di base ed educazione sanitaria alla popolazione straniera e in stato di bisogno. Oltre che facilitare e ottimizzare l’accesso alle risorse esistenti nelle strutture del Servizio Sanitario Nazionale presenti nel territorio, si vuole consentire alle parti di concordare e sviluppare una migliore gestione dei servizi sulla base dei dati socio-sanitari raccolti sulla popolazione straniera e in stato di bisogno e dell’esperienza maturata.

Ti potrebbe piacere anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



Fondazione di Sardegna